Documentari

 

Una storia chiamata Gomorra: La serie regia Marco Pianegiani durata 100 minuti 

tratto dalla fiction: Gomorra – La Serie Produzione: BRANDON BOX per CATTLEYA in collaborazione con SKY e con BETA FILM

Un viaggio alla scoperta della storia delle quattro stagioni di 'Gomorra': dall'idea iniziale agli ultimi giorni sul set. Saviano racconta come sia cambiata la sua vita, dalla genesi del film alla serie televisiva.

SUE regia  Elisabetta Larosa durata 61 minuti

La storia di tre donne che sono uscite dallo stato di schiavitu' e che hanno "osato una speranza" restituendosi la dignita' depredata. Una speranza per tante altre donne schiave, una speranza per gli uomini persi ed egoisti nei loro impulsi allucinanti, una speranza collettiva e trainante verso sensibilita' migliori per un 'umanità meno ferita e più integra. 

 Il caso Braibanti regia Carmen Giardina, Massimiliano Palmese durata 64 minuti

Poeta, artista visivo, drammaturgo, studioso delle formiche, Aldo Braibanti (1922-2014), è stato una mente affascinante e poliedrica, sfuggente a ogni facile etichetta, e anche uomo mite,appartato. “Il suo delitto fu la sua debolezza”, scrisse di lui Pier Paolo Pasolini, “ma dalla sua debolezza deriva la sua autorità”. Oggi, il documentario IL CASO BRAIBANTI prova ad accendere una luce su un intellettuale eretico nel Novecento italiano, “un genio straordinario” secondo Carmelo Bene.

Vera e Giuliano regia Fabrizio Corallo durata 64 minuti

La storia del grande amore e del lungo e fecondo sodalizio artistico che lega da quasi 60 anni il regista Giuliano Montaldo e la moglie Vera Pescarolo, sua compagna di vita e di lavoro e complice insostituibile in un rapporto simbiotico costantemente alimentato da una magnifica forza creativa. Un gentiluomo e una gentildonna senza tempo si confrontano in scena rievocando il comune impegno etico nel dar vita ad un cinema pronto a denunciare ogni tipo di intolleranza e nel coltivare le loro affinità e identità di vedute esistenziali con un allegro e costante “mutuo soccorso”. Il racconto del lavoro in comune sul set di film memorabili che hanno fatto la storia del cinema come Sacco e Vanzetti, Giordano Bruno, L'Agnese va a morire e l'indimenticabile sceneggiato tv Marco Polo, tra scelte etiche, spirito d'avventura, di coraggio e caparbietà nel perseguire le proprie idee ad ogni costo. Raccontate con l’ironia e la leggerezza che ha contraddistinto tutta la vita e la relazione di due anime speciali. 

Nero piombo storia di una strage  regia di  Paola Castriota  durata 70 minuti

Il racconto delle inchieste sulla strage di Piazza della Loggia. Sullo sfondo, la Guerra Fredda e le strategie della tensione. Quarant'anni di indagini, depistaggi, silenzi e misteriose scomparse nel contesto di un'Italia violentemente spaccata tra forze opposte. Un periodo di riforme sociali ostacolate a colpi di tritolo e dina- mite. E ancora: i depistaggi di alcuni agenti dei servizi segreti. A seguito della storica pronuncia della Corte di Cassazione, ripercorriamo le vicende processuali e umane legate alla strage di Piazza della Loggia. 

Alberto pesce e il cinema regia di Paola Castriota durata 52 minuti

L’opera monografica racconta la lunga e vivace carriera professionale del noto critico cinematografico Alberto Pesce che, trasferitosi a Brescia in giovane età, divenne la “penna” di riferimento sulle pagine della cultura del Giornale di Brescia. Nel documentario si alternano aneddoti, curiosità, riflessioni, immagini di film d’autore oltre alla ricostru- zione del fermento sociale e culturale dell’Italia degli Anni ’50 e ’60. Tra gli incontri più interessanti ed emozionanti, quelli con Pier Paolo Pasolini, Luigi Comencini, Ermanno Olmi, Antonio Pietrangeli.

 Progetto Dantesco regia di Marco Marcassoli, prodotto da Officina della Comunicazione 

La ricorrenza dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri ha promosso la realizzazione di un documentario sulla figura del Sommo Poeta, che abbia come primo interlocutore il mondo della scuola. Si racconta un viaggio alla scoperta e riscoperta di Dante e delle tematiche da lui affrontate, qui applicate alla vita di tutti i giorni. La narrazione, guidata dal prof. Nembrini, saggista e profondo conoscitore dell’Alighieri, vuole offrire un’analisi nuova e attuale della sua opera.  Le spiegazioni del noto dantista – una sorta di “lezione” avvincente – sono da stimolo e risposta ad alcuni quesiti proposti da un gruppo di ragazzi. 

 I am a revolution Regia Benedetta Argenteri  durata 53 minuti

In mezzo alla guerra e al fondamentalismo, sono cresciute donne leader che comandano eserciti, organizzano la fuoriuscita delle altre donne dalla schiavitù, guidano forze politiche laiche e progressiste, andando villaggio per villaggio a sfidare i talebani. Queste donne praticano la democrazia più avanzata che possiamo immaginare nei contesti meno favorevoli possibili e sono diventate un'ispirazione per le future generazioni. 

 Riparare il tempo   regia Gioacchino Castiglione durata 52 minuti

Dedicato alla sostenibilità, nella tradizione dei documentari on the road accompagna lo spettatore attraverso un territorio unico al mondo, incontrando e condividendo le esperienze di chi da generazioni si adatta ai cambiamenti del clima e dell'ambiente di montagna. Prodotto da Rai Com in collaborazione con Provincia Autonoma di Bolzano, IDM Südtirol Alto Adige e Rai sede di Bolzano. 

Plastic War  di Catia Barone regia Leonardo Lo Frano durata 46 minuti

Il vero volto del "materiale del secolo", con le lobby, gli interessi delle grandi aziende e lo scempio ambientale, ma anche le battaglie normative contro l'usa e getta, come la direttiva SUP. Alla fine, l'opera di Giovanni Izzo, un fotografo campano impegnato nel combattere il degrado ambientale ed umano con la sua arte in bianco e nero. Il

Dante ed il sogno di un'italia libera  regia Jesus Garces Lambert

“Dante, il sogno di un’Italia libera”, un viaggio nella storia del XIV secolo, vista attraverso gli occhi del Sommo Poeta.

Un viaggio emotivo e avvincente che ci porta nelle stanze dei personaggi più potenti del 1300: i Papi, i Re e gli Imperatori che hanno determinato il destino dell’Italia e dell’Europa per i decenni successivi. Interviste e finzione si intrecciano in una narrazione potente ed evocativa che fa conoscere allo spettatore i momenti e i personaggi più importanti del medioevo attraverso il racconto che di loro ne ha fatto Dante nella sua Comedia. A decodificare i versi del grande Poeta, alcuni tra i più attenti studiosi danteschi del mondo.

 Zeneru regia di Andrea Grasselli durata 31 minuti 

 Sul finire dell’inverno, Flaminio, pastore resistente, si prepara materialmente e spiritualmente all’arrivo della primavera, con quotidiana ritualità e con gli strumenti da lui stesso costruiti: smuove e semina il terreno, tosa le pecore e confeziona un vestito di lana per la nuova stagione. Le comunità delle valli scacciano l’inverno con campanacci e falò attraverso il rituale de La Scasada dol Zenerù, che si inserisce nel racconto della vita del pastore come un elemento onirico che attinge ad una memoria ancestrale. La sensibilità di Flaminio, fortemente connessa alla Natura, gli permette di percepire quando è il momento di chiamare la collettività ad agire, dando inizio al rituale. 

 Attraction Small Town Iowa di Noah Lindauer

I presentatori televisivi Caleb Seguin e Courtney Jackson ci portano in un intrigante tour attraverso le attrazioni di quattro piccole cittadine dell’Iowa. Durante il loro viaggio esplorano la casa di American Gothic, le cave di Maquoteka, le Amana Colonies ed il Grotto della Redenzione.

Amuka regia di  durata 70 minuti

Quando inizierà la sovranità alimentare congolese? La Repubblica Democratica del Congo potrebbe nutrire quasi 1 persona su 2 sulla Terra. Eppure 12 milioni di congolesi soffrono la fame. Di fronte a questo paradosso, i contadini si organizzano in cooperative agricole condividendo la loro vita quotidiana con noi.