Documentari

 

IL PRECURSORE di Omar Pesenti .prodotto dalla Fondazione Giovanni XXIII, Officina della Comunicazione e Vatican Media. 60 minuti

Giovanni Battista riveste all'interno della Sacra Scrittura il ruolo fondamentale di Precursore di Cristo. Il docufilm racconta la sua vita travagliata prefigurata dalle Sacre Scritture, un cammino che ha tracciato la vita del Salvatore. Scene di fiction e testimoni autorevoli narrano la vita del Precursore svelandone il profondo senso ed evidenziandone il valore

 

IO LEONARDO di Jesus Garces Lambert 90 minuti

Io Leonardo porta lo spettatore alla scoperta dell’uomo, il pittore, lo scienziato e l’inventore, attraverso un viaggio unico, coinvolgente e affascinante nella mente di Leonardo, una delle figure più geniali che la storia dell’umanità abbia mai conosciuto, noto a chiunque per aver dipinto “il quadro più famoso del mondo”, la Gioconda. E lo farà con uno sguardo molto lontano dagli stereotipi con cui Leonardo viene solitamente descritto.

A PRESCINDERE- ANTONIO DE CURTIS di Gaetano Di Lorenzo 52 minuti

il docufilm ripercorre il percorso artistico e umano del grande attore attraverso le voci vive dei colleghi ed esperti nostalgici del teatro di Totò.

LU RECITO di Dario Lo Vullo

Caratteristica a Santo Stefano Quisquina è la cerimonia del venerdì santo. In quel giorno, durante la solenne processione,vengono intonati antichi canti in dialetto, per lo più dedicati all'addolorata. Questi canti sono destinati a scomparire, se non fosse per alcuni giovani che vogliono mantenere viva la tradizione

 

SHALOM BOLLYWOOD di Danny Ben-Moshe in inglese

1 0ra e 15 minuti

SHALOM BOLLYWOOD rivela la storia improbabile della comunità ebraica indiana di 2000 anni e il suo posto formativo nel plasmare la più grande industria cinematografica del mondo.

 

CHURCH BOOK  di Alice Tomassini 62 minuti

Dicembre 2012, in diretta mondiale, 140 caratteri segnano l’inizio di una rivoluzione. Il Papa sbarca su Twitter. La fede si fa social. Come si comunica la fede sui social network? Qual è l’impatto su milioni di persone in tutto il mondo? Quali sono le sfide che un’istituzione plurimillenaria come la Chiesa sta affrontando? Un inedito accesso alla redazione che si occupa della comunicazione social del Santo Padre ci permette di rispondere a queste domande e di raccontare la storia di questa rivoluzione ancora in atto.

 

VOCI DAL SILENZIO di J. Wahlen e A. Seidita 56 minuti

L’opera, a partire dalla testimonianza degli stessi eremiti, sviluppa un discorso corale sull’esperienza ascetica. Offre al contempo molteplici spunti di riflessione sulla natura umana, sulle insidie del mondo contemporaneo e sui rapporti che l’anacoreta, e più in generale l’uomo, tesse con il divino

 

PARVATHY BAUL. SENZA RADICI. di Alberto Valtellina 27 minuti in inglese con I sottotitoli in italiano

I Baul sono cantori, artisti, filosofi, mistici del West Bengal. Moltissimi villaggi ospitano ashram in cui i Baul vivono di canto, danza e elemosina. Figlia di una famiglia borghese indiana, Parvathy Baul ha scelto di diventare Baul all'età di sedici anni, rifiutando la formazione "regolare", seguendo il suo Maestro, Sanatan Das Baul.

 

LA PARANZA DELLA BELLEZZA  i Luca Rosini 64 minuti sottotitoli in inglese

In dialetto napoletano la Paranza è una barca di pescatori. Negli anni ha cominciato a indicare il gruppo di fuoco di un’organizzazione criminale. Le paranze sono quelle che uccidono, che terrorizzano alcuni quartieri di Napoli. Il docu-film racconta un’altro tipo di “Paranza”: un gruppo di persone che cerca di cambiare lo stato delle cose. Sono persone impegnate nella riscoperta del patrimonio culturale, nella musica e nel sociale all’interno del Rione Sanità di Napoli.

 

SIAMO TUTTI MATTI di Domenico Iannacone 42 minuti

Siamo tutti matti è un viaggio spiazzante nella disabilità mentale, a più di quarant’anni dall’abolizione dei manicomi in Italia.
Domenico Iannacon ci porta in un luogo straordinario: Il Teatro Patologico di Roma fondato da Dario D’Ambrosi.
Dal 1992, attraverso la recitazione le persone affette da disagio mentale trovano il modo di comunicare e di uscire dall’isolamento.

 

IL CIELO E’ SULLA TERRA  di Massimo Arvat 57 minuti sottotitoli in inglese

4 giugno 1947, una pastorella di 7 anni, Angela Volpini, sta conducendo le mucche al pascolo, quando all’improvviso si sente sollevare: "ho girato la testa e mi sono trovata dinnanzi il volto di una donna, di una bellezza mai vista...". É la prima di 80 apparizioni che si svolgeranno ininterrottamente, fino al 4 giugno 1956. Una biografia straordinaria segnata dall’incontro con personaggi come Pasolini, Romero, Sartre, Dalí, Togliatti…

 

DALLA TERRA ALL'INFINITO di Luca Annovi 13minuti,07

Castelluccio di Norcia si trova a 1452 metri di altitudine. La Piana di Castelluccio è stata definita dall'etnologo Fosco Maraini 'Il luogo più simile al Tibet che esista in Europa'. Nei mesi di giugno e luglio, grazie alla fioritura delle lenticchie, la Piana regala un evento unico al mondo, con splendidi colori. Purtroppo il sisma del 30 ottobre 2016 ha distrutto quasi completamente il borgo, rendendolo inagibile. Gli agricoltori di Castelluccio, il cui portavoce è Gianni Coccia, hanno continuato a lavorare con grandi difficoltà, per salvaguardare l'antichissima tradizione della lenticchia.

 

AFRAID OF FAILING  di Fabio Mancini e Davide Tosco 35 minuti

Il documentario tratta il fenomeno degli Hikikomori, parola giapponese che definisce i giovani che si ritirano dalla vita sociale per chiudersi nella loro cameretta e vivere, attaccati al computer, relazioni esclusivamente virtuali.

Un disagio psichico che in Italia colpisce oltre 120.000 ragazzi. Un numero impressionanti di adolescenti che non reggono la pressione delle relazioni, della scuola, delle aspettative dei genitori.

Il documentario racconta come si diventa Hikikomori, ccome è possibile uscire da quella che non è una malattia, ma una condizione estrema di disagio.

 

LA STELLA DI ANDREA E TATI   di Rosalba Vitellaro 28 minuti sottotitoli in inglese

E’ il primo cartoon che racconta la Shoah vista con gli occhi di due bambine di 4 e 6 anni.“La stella di Andra e Tati” racconta la storia vera delle sorelle Alessandra e Tatiana Bucci, ebree italiane di Fiume. Avevano solo 6 e 4 anni quando il 29 marzo 1944 vennero deportate ad Auschwitz insieme alla madre, alla nonna, alla zia e al cuginetto. 

NON FARE RUMORE di Alessandra Rossi 48 minuti

Nel secondo dopoguerra più di 2 milioni di italiani emigrarono in Svizzera. Lo statuto del lavoratore stagionale, in vigore in Svizzera, non prevedeva il ricongiungimento familiare. Di fatto era vietato per i lavoratori emigranti portare i figli con sé. Dai 15 ai 30 mila bambini entrano in Svizzera come clandestini tra il 1950 e il 1980.Questi bambini hanno vissuto nascosti in casa, senza poter andare a scuola, uscire e giocare. .

 

VUOTO A RENDERE di Paola Pasquali 45 minuti

La storia prende il suo avvio nell’agosto del 2017 nel momento di massima e veloce riduzione del livello delle acque del Lago di Bracciano, bacino vulcanico di interesse naturalistico e riserva idrica del comune di Roma, gestita da ACEA.

 

NEL PRIMO CERCHIO di Mattia Mariuccini 20 minuti

A due anni dalla scossa più violenta della sequenza sismica che ha colpito il Centro Italia tra Agosto e Ottobre 2016, i cittadini di Norcia e delle frazioni vicine cercano di ricostruire una normalità abitativa e lavorativa. Sono e si sentono sospesi, tra una ricostruzione lenta e la burocrazia totalizzante, nell’incertezza del presente e di un futuro che non esiste per se stessi e per i propri figli,ma consapevoli di non abbandonare il territorio dove hanno vissuto.

 

MOTHER FORTRESS di Maria Luisa Forenza

Madre Agnese, insieme a monaci e monache affronta gli effetti della guerra in Siria sul suo monastero situato ai piedi delle montagne dove ISIS insidiosamente si nasconde. Nonostante sia esso stesso obiettivo di attacchi, il monastero accoglie orfani, vedove, rifugiati (cristiani e sunniti), vittime di una guerra fratricida che dal 2011 ha prodotto caos e devastazione. Organizzando un convoglio di ambulanze e camion, che percorrono strade controllate da cecchini, Madre Agnes persegue la missione di fornire aiuti umanitari (cibo, vestiti, medicine) ai siriani che non possono lasciare il paese. Esplorazione non della guerra, ma della condizione umana in tempo di guerra, il viaggio materiale e spirituale diventa una 'storia d'amore' con destinazione Roma.