Documentari in concorso

 docu1Pfo Toscana a Pola2

 

TEMA:

MIGRAZIONE TRA I POPOLI E INTEGRAZIONE

 

IO CI STO di Rosario Sardella


Una settimana nel campo di volontariato promosso dai padri scalabriniani nella Puglia del caporalato e della raccolta del pomodoro. Decine di giovani proveniente da tutta Italia incontrano e aiutano ogni anno decine di nigeriani, senegalesi, marocchini e rumeni costretti a lavorare per ore, nei campi sotto il sole, accontentandosi di pochi euro al giorno. Rosario Scardella ci accompagna nelle loro baraccopoli, ci svela il sistema di sfruttamento che li opprime e ci racconta lo stupore, le emozioni e la rabbia dei giovani italiani, che alla richiesta di aiuto dei padri scalabriniani hanno risposto "io ci sto". 

 

I MIGRATI di Giovanna Diletti

 

Viaggiare, per sentirsi a casa: quali sono i colori del mondo? Una domanda semplice e centinaia di chilometri per trovare una risposta con una macchina da presa, un taccuino ed una macchina fotografica. Il viaggio è per le strade del centro Italia, i viaggiatori sono ragazzi di un'associazione di volontariato che si occupa di disabilità, la Comunità XXIV Luglio – Handicappati e non Onlus- L'Aquila. "I Migrati" è un meta-documentario che il fenomeno dell'accoglienza dei migranti nei piccoli borghi italiani, il cui punto di vista è quello di un osservatore silenzioso e rispettoso che lascia che i protagonisti creino una narrazione istintiva e graduale, che faccia scoprire loro l'importante ed attuale fenomeno della migrazione, che sta cambiando i confini fisici e mentali.

 

LAMPEDUSANI di Costanza Quatriglio

 

"LampeduSani": il racconto di 20 minuti sospeso tra natura e poesia per spiegare chi sono davvero i lampedusani e cosa contraddistingue la loro vocazione all'accoglienza. A narrare le storie di vita che s'intrecciano nella splendida cornice dell'isola e del suo mare sarà la regista Costanza Quatriglio che, insieme allo scrittore Erri De Luca, ha realizzato un viaggio attraverso luoghi di dolore, di faticosi approdi, di interminabili attese, ma anche di gioia, salvezza e speranza. Un breve film sull'incontro, sul riconoscimento e sull'apertura all'altro- al diverso, allo straniero- al di là di ogni paura; immagini e versi dedicati ai lampedusani

 

DIARIO DELL'ALTRA EUROPA di Vito D'Ettorre

 

E' il diario dell'altra Europa: un reportage di 47 minuti che ha impegnato 8 mesi di lavoro lungo la cosiddetta "rotta balcanica", con la cortese collaborazione di Save the Children, Medici senza Frontiere e Caritas. 29 ore di girato, 6 Paesi coinvolti: Grecia, Macedonia, Serbia, Ungheria, Slovenia, Austria. Nel docu-film, le sofferenze e le speranze dei profughi attraverso le storie dei volontari impegnati nella più grande crisi umanitaria dal dopoguerra. Da un lato i muri di filo spinato costruiti per impedire la temuta invasione musulmana, dall'altro i ragazzi giovanissimi che rischiano la vita per salvare donne e bambini. Il reportage, in tutti i suoi momenti, è raccontato in forma di diario.

 

NELLE SCARPE DEGLI ALTRI-IL MARTIRIO QUOTIDIANO DEI PROFUGHI di Massimiliano Cochi e Andrea Salvadore

 

Un docu-film di Massimiliano Cochi e Andrea Salvadore, in occasione della Giornata Mondiale per le vittime dell'immigrazione.

 

ASPETTANDO IL SILENZIO-STUDIO SUL LENTO E PAZIENTE SCORRERE DELLE COSE di Claudio Metallo

 

Questo breve documentario sperimentale racconta le migrazioni e lo spopolamento dei piccoli paesi a favore della città. Si pone anche la domanda: che cos'ha lasciato la civiltà industriale al Sud?

 

MIGRATION di Gilda Li Rosi

 

Migration è un progetto di video istallazione, ideato alla fine del 2016 e concluso nel 2017, formato da una serie di sequenze e immagini ripetute, ma l'una che differisce dall'altra, un'opera in totale bianco e nero priva di un copione iniziale conseguita con la tecnica del carboncino, foglio, macchina fotografica e montaggio video. Il progetto mette in scena uno dei temi più discussi negli ultimi tempi: l'immigrazione.

 

LONTANO DAGLI OCCHI di Domenico Iannacone e Luca Cambi

 

Un viaggio intimo nell'odissea dei migranti al largo delle coste dell'isola di Lampedusa dove il 3 Ottobre 2013 un naufragio ha provocato 366 morti accertati e 20 dispersi presunti.Un affresco dell'isola, porta d'Europa e crocevia di mondi lontani che si toccano, esistenze di uomini e donne estranei, che si incontrano e si intrecciano

 

SHULUQ – VENTO DI MEZZOGIORNO di Martina De Polo

 

Shuluq è il vento di Scirocco, che ripercorre le rotte dei migranti, condividendo con loro i luoghi, la forza e la determinazione con il quale si muove. Le ambientazioni di Shuluq sono il campo rifugiati di Calais, di Idomeni in Grecia, le prigioni libiche, il Mar Mediterraneo, i centri di accoglienza della Sicilia e la metropoli di Parigi.

 

QUANDO RUMI INCONTRA FRANCESCO di Mohamed Kenawi

 

Il viaggio di una ricerca storica e artistica da parte di un giovane del 21° secolo attraverso le storie e poesie di due simboli del 13° secolo.E' la storia di Pejman Tadayon, musicista iraniano residente a Roma, nella ricerca di trovare soluzioni ai suoi problemi legati ad integrazione, terrorismo, convivenza tra popoli e etnie diverse, si rivolge agli insegnamenti di due simboli del 13° secolo: il mistico poeta musulmano Rumi ed il poeta santo cristiano San Francesco d'Assisi. Musica e Poesia sono il linguaggio di tutto il viaggio: abbiamo le poesie di Rumi e San Francesco da una parte, combinata con la musica suonata con strumenti tradizionali da Pejman e i suoi amici dall'altra.

 

STARS di Veronica Mengoli

 

Il documentario narra la genesi e la realizzazione della mostra subacquea del fotografo ritrattista Salvo Galano che ha scelto di raccontare per immagini dodici storie positive di migrazione. Attraverso gli scatti di Galano, gli incontri e i racconti dei dodici protagonisti, il documentario illustra il percorso dell'artista fino all'inaugurazione della mostra nella meravigliosa cornice della spiaggia di Cala Croce a Lampedusa.

 

IF I CLOSE MY EYES di Francesca Mannocci e Alessio Romenzi

 

Il Libano, uno stato di 4 milioni di abitanti, ospita circa 1.200.000 profughi siriani. Questo documentario ci racconta la vita dei profughi siriani in Libano e soprattutto le storie dei bambini che il sistema scolastico libanese non può accogliere e non riceverà mai un'istruzione. Una generazione, quella dei profughi bambini, che sta perdendo uno dei diritti umani fondamentali, quello dell'istruzione e dello studio.

 

MY NAME IS AZIZ di Valerio Cataldi

 

E' la storia di un bambino in trappola sui confini d'Europa. Il documentario è il suo racconto. Aziz ha 8 anni, viene dall'Afghanistan e ha viaggiato con suo padre per migliaia di km. Suo padre è stato arrestato sul confine croato e lui è rimasto solo per settimane nella vecchia stazione ferroviaria di Belgrado. In questo reportage vediamo Aziz aspettare suo padre per raggiungere Londra, dove sogna di studiare.My name is Aziz ha il patrocinio di Unicef Italia.

 

L'IMBROGLIO di Amedeo Ricucci

 

Un reportage di immagini inedite in cui, per la prima volta, si entra ne porti libici della tratta, a Sabratha, Motred, Zawiyah, e si racconta da dentro chi sono i grandi boss del traffico dei migranti, come operano e di quali complicità godono a livello locale. "L'imbroglio" è anche un viaggio nell'inferno dei centri di detenzione per i migranti in Libia, che getta una luce inquietante sulla mafia che li gestisce e sulle continue violazioni dei diritti umani.

 

GHOLAM – IL MIO AFGHANISTAN di Marco Agostinelli

 

Gholam Najafi fuggito dall' Afghanistan all'età di dieci anni dopo la morte del padre,ucciso dai Talebani. Dopo un lungo viaggio durato 6 anni attraversando il Pakistan e l'Iran si trova al porto di Marghera. Gholam inizia a Venezia una nuova vita .Oggi è un nuovo scrittore esordiente.

 

 

I

di David Fratini

In Italia, tra immobili, terreni e aziende, si contano quasi 13.000 beni confiscati alle mafie.

Da anni volontari giovani e anziani lavorano insieme in questi campi della legalità. Il documentario racconta il loro rapporto, lo scambio di punti di vista, il loro legame con la terra, la loro idea di Mafia.

Questo sito fa uso dei Cookies per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Prosegui se sei d'accordo. Se continui la navigazione, acconsenti a ricevere tutti i cookie. Per ulteriori informazioni in merito ai cookie che utilizziamo e per sapere come rimuoverli guarda al seguente link. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.